IL CASTELLO DI TERRAROSSA

Il castello di Terrarossa
Il castello di Terrarossa

Seguendo l’esempio di altre opere fortificate nate in pianura a controllo della Via Francigena, anche a Terrarossa si progettò la costruzione di un castello tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo. Il 1581 rappresenta l’anno di nascita del castello, la cui costruzione venne commissionata dal marchese Federico Malaspina, da poco entrato in possesso del feudo di Terrarossa.
Si tratta di un edificio a pianta quadrata, articolato attorno ad un cortile quadrangolare, con quattro baluardi angolari terminanti a terrazza verso il torrente Civiglia. Si accede alla costruzione da un portale ad arco in conci di pietra arenaria. I prospetti esterni, con strutture in elevazione in ciottoli di fiume e pietra squadrata negli spigoli, sono definiti da semplici aperture rettangolari, tutte originariamente riquadrate da cornici in pietra. Anche le strutture orizzontali, costituite da volte a crociera, sono realizzate in ciottoli di fiume e malta: unica eccezione la volta a padiglione del salone principale in mattoni, presumibilmente più tarda.
Attualmente è sede di un ostello per pellegrini e nelle sue sale si svolgono riunioni e convegni.
Orario visite: tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00
Informazioni: 0187 422604

Per approfondire:
Il borgo di Terrarossa
I castelli di Licciana Nardi

Torna indietro