IL CASTELLO DELLA VERRUCOLA DI FIVIZZANO

Il castello della Verrucola di Fivizzano
Il castello della Verrucola di Fivizzano

Il castello della Verrucola, con la sua mole spettacolare, è un prezioso esempio di architettura medievale. Ricordato per la prima volta nel 1044, fu un importante luogo dominato dai Bosi, una delle famiglie discendenti, con i Bianchi di Erberia, da Rodolfo da Casola, vassallo della Contessa Matilde di Canossa. Nel 1300 Spinetta Malaspina il Grande ne ottenne la proprietà e lo ampliò , aggiungendo delle possente torri di fiancheggiamento accanto al mastio originario. Il suo sogno di conquistare ed unificare la Lunigiana storica fallì a causa dell’intervento di Castruccio Castracani degli Alteminelli, signore di Lucca. Il terremoto del 1481 causò l’impoverimento della zona e la decadenza del castello. Nel secolo XV fu costruita, addossata al castello, la chiesa con un bel loggiato ad archi in pietra serena.
Le forme attuali dell’antico complesso fortificato mantengono la sovrapposizione di tre grandi saloni. Di particolare interesse, da un punto di vista strutturale, è la volta della cosiddetta sala d’armi a piano terreno, impostata sul massiccio pilastro centrale ottagonale. Gli interventi di restauro, condotti dallo scultore Pietro Cascella, attuale proprietario, permettono il godimento di uno dei complessi fortificati lunigianesi più suggestivi.

Orario visite: su appuntamento.
Informazioni: 366 3832098.

Per approfondire:
La chiesa di Santa Margherita della Verrucola
I castelli di Fivizzano

Torna indietro