LA CHIESA DI SAN FRANCESCO O SAN COLOMBANO DI PONTREMOLI

La chiesa di San Francesco
La chiesa di San Francesco

La chiesa di San Francesco è raggiungibile dal ponte Zambeccari sul torrente Verde, a metà tra i ponti della Cresa e del Casotto. La sua prima citazione scritta è del 1321, ma secondo la tradizione, fu construita nel 1219 dopo il passaggio del Santo.
Dell’originale impianto romanico non rimane oggi che il campanile con trifore in arenaria. La chiesa è a tre navate, totalmente restaurata nel 1471. Nel XVIII secolo, il Natali aggiunse un pronao in arenaria addossato alla facciata a capanna e ridecorò la prima delle cappelle di Sant’Antonio e di Sant’Orsola.
All’interno sono custoditi nel coro una tela del veronese Giovanni Battista Cignaroli "San Francesco che riceve le stimmate" e "La Crocifissione" di Andrea Procaccini, mentre nella cappella a destra dell’altar maggiore un quadro del fiorentino Francesco Curradi "San Francesco, San Bonaventura e altri Santi" e nel terzo altare a sinistra, "L’assunta con San Francesco e altri Santi" di Giuseppe Bottani. I banchi del coro, ormai molto danneggiati, sono opera del 1508 dell’intarsiatore Luchino da Parma.
l’opera d’arte più importante è conservata nel terzo altare a sinistra, un bellissimo bassorilievo in marmo del XV secolo, opera di Agostino Di Duccio raffigurante il gruppo della Vergine col Bambino.

Per approfondire:
Le chiese di Pontremoli

Torna indietro