LA CHIESA DI SAN GIORGIO DI FILATTIERA

La chiesa di San Giorgio
La chiesa di San Giorgio

Entrando nel borgo di Filattiera dalla porta di sotto, dopo un centinaio di metri, alla sinistra, si alza la collina di San Giorgio, con la torre e l’antica chiesetta romanica. La torre è ciò che è rimasto di una struttura difensiva più ampia, un castello protetto da mura a protezione della Via Francigena.
La chiesa è famosa per conservare al suo interno la testimonianza scritta più antica della storia della Lunigiana, la lapide di Leodgar, ritrovata nella pieve di Sorano e poi spostata. Forse missionario, forse gastaldo longobardo, Leodgar morì nel 752, dopo aver lottato per la cristianizzazione della Lunigiana, così come è scritto in latino sulla lapide stessa.
Le chiesa risale nelle sue parti più antiche al XIII secolo, mentre la facciata è databile al XIV-XV secolo. È caratterizzata da stile romanico, ad una navata, costruita in bozze d’arenaria squadrate, con l’asbide rivolta ad oriente. Nella parte meridionale, si trovano tre piccole monofore ed una seconda entrata ad arco, mentre nella parte opposta si trovano i resti di una navata più stretta, a cielo aperto, del XV secolo, demolita in un restauro di inizio secolo.

Per approfondire:
Le chiese di Filattiera
La torre di San Giorgio

Torna indietro