LA PIEVE DI SANTA MARIA ASSUNTA DI VENELIA

La pieve di Venelia
La pieve di Venelia

La pieve di Santa Maria Assunta di Venelia si trova sulla destra del fiume Taverone, in posizione isolata rispetto al borgo e al castello di Monti. La pieve ha perso quasi del tutto le caratteristiche romaniche originali e si mostra in forme barocche, dopo il restauro del 1761. Oltre allo stile, fu cambiato l’orientamento dell’edificio e oggi l’abside centrale in grandi bozze di arenaria è inglobata in una delle pareti laterali.
La prima documentazione della chiesa risale al 998, nella promessa di Oberto II di non compiere più alcuna ingerenza su quattro pievi della Lunigiana: Urceola-Saliceto, Vico, Soliera e appunto Venelia. La pieve era passaggio obbligato per i pellegrini e viandanti che dal fondo della media val di Magra si dirigevano verso i valichi appenninici di Linari verso la pianura padana e di Tea verso Lucca.
Il toponimo Venelia forse deriva da un’antica divinità latina o celtica e individuava un villaggio nella zona dove oggi sorge Monti di Licciana.

Per approfondire:
Il borgo di Monti
Le chiese di Licciana Nardi

Torna indietro