COMANO

La torre di Comano

Comano

Catognano Camporaghena

Comano si trova nell'alta valle del torrente Taverone, alle pendici dell'Alpe di Camporaghena, ai confini con le province di Parma e Reggio Emilia. Il territorio, principalmente montano, Ŕ caratterizzato dunque dalle vallate del bacino del Taverone e dall'Appennino. In quest'area si trovano vette che passano i duemila metri. In tutto il comune si trovano numerosi sentieri che permettono di fare trekking lungo i crinali, con panorami tra i pi¨ ricercati della Lunigiana.
Nel paese, sulla sinistra troviamo il municipio e la piazza che porta alla chiesa romanica di San Giorgio del IX secolo. Pi¨ avanti, prendendo la strada verso la localitÓ Castello, si arriva alla torre cilindrica, ultimo vestigio del diroccato castello. Superando Comano, si giunge al Passo del Lagastrello, dove incontriamo il lago Paduli, in una conca creata dal Monte Acuto e dal Malpasso. Dal passo del Lagastrello, a pochi chilometri si pu˛ arrivare a Prato Spilla e alla sua stazione sciistica.
Da visitare inoltre, il borgo di Camporaghena, la pieve di Santa Maria Assunta a Crespiano e gli altri piccoli paesini che formano Comano, come Catognano, Torsana, collegati da buoni sentieri per il trekking.


Torna indietro






Il monumento principale del comune Ŕ il castello di Comano, con gli affascinanti ruderi e l'alta torre. Nei dintorni, si trovano borghi in pietra come Torsana e Camporaghena.

Trova l'alloggio pi¨ comodo per il tuo soggiorno a Comano, tra agriturismi, b&b, affittacamere, hotel... e scegli dove degustare le specialitÓ gastronomiche tipiche della zona.

Tradizioni gastronomiche e storiche si incontrano nelle sagre organizzate soprattutto nel periodo estivo, sia nel capolouogo che su tutto il territorio.

Galleria fotografica del borgo di Comano, dei suoi monumenti principali e dei borghi e frazioni che compongono il territorio comunale.

Suggerimenti di itinerari e percorsi su cosa visitare nel comune di Comano, in cittÓ, nei dintorni e lungo i sentieri trekking e i torrenti balneabili.

Dal dominio estense ai Malaspina, alla costruzione dei castelli di Comano e Groppo San Piero, al passaggio sotto il ramo dei Malaspina di Fivizzano.