ITINERARI E PERCORSI DI LICCIANA

Il castello di Licciana
Il castello di Licciana

Il borgo di Licciana si sviluppa lungo una via principale che da piazza De Ambris porta fino alla piazza del Municipio dove si trova il castello malaspiniano e la vicina chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo. Una visita breve dunque, ma non priva di suggestione e di storia recente, come dimostra il nome della piazza dedicata al deputato nativo di Licciana, Alceste De Ambris, sindacalista rivoluzionario esiliato in Francia dal 1923, o per il monumento dedicato a Anacarsi Nardi nella piazza del Municipio, nativo dell’Apella, patriota italiano che partecipò alla spedizione dei fratelli bandiera e morì in battaglia nel 1844.
Passeggiando dunque per Via Montebello si ammirano i bei portali in arenaria e le botteghe che sanno d’antico, fino alla Piazza dove oltre al suddetto monumento si trova la mole imponente del castello di Licciana, trasformato in palazzo signorile nel XVI secolo da Obizzo Malaspina, con portali e finestre lavorate in conci. Proseguendo, sulla sinistra è la chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo, ricostruita nel 1705 e con all’interno alcune pregevoli opere. l’arco che la unisce al castello fu costruito per comodità dall’ultima marchesa Amadea Malaspina.
Uscendo infine da Licciana e tornando verso l’inizio del borgo lungo la strada massese, si nota l’antica struttura esterna del castello.



La sorpresa di strutture affascinanti, aziende agriturische nascoste in valli verdeggianti, dove spesso accompagnare il riposo a un’ottima cucina.

Per chi preferisce la comodità o per motivi di lavoro, l’hotel resta una delle opzioni principali nel comune di Pontremoli.





Torna indietro