MASSA

Panorama di Massa

Massa

Massa sorse in periodo romano e si sviluppò in epoca altomedievale, quando entrò nelL’orbita dei Vescovi di Luni. A partire dal XIII secolo, conobbe diverse dominazioni fino a passare sotto i Malaspina di Fosdinovo nel 1442. La città si affrancò quindi da questo feudo iniziando una nuova dinastia familiare. Nel 1519, con le nozze di Ricciarda, figlia di Alberico, con il genovese Lorenzo Cybo, iniziò la dinasia dei Cybo Malaspina che durò fino alla venuta di Napoleone.
Massa è ricca di arte, dominata dal castello Malaspina, distrutto nel 1269 da Corradino di Svevia e ricostruito dai Malaspina. La più importante chiesa della città è il Duomo, dedicato ai Santi Pietro e Francesco. Importanti sono le pievi di San Vitale di Mirteto e di San Gimignano ad Antona, che, insieme alla chiesa di San Leonardo al Frigido rappresentano testimonianze della religiosità medievale. La piazza degli Aranci, centro della città , ospita il Palazzo Ducale, originariamente del XVI secolo, venne ampliato principalmente da Carlo I e nel 1700 da Teresa Pamphili, moglie di Carlo II.
Nei dintorni è possibile visitare pittoreschi paesini come Resceto, da dove parte la Via Vandelli, Forno e Antona, Caglieglia, Canevara e le splendide spiagge dominate dalle Apuane di Marina di Massa.

Fotografia © Maurizio Papucci


Torna indietro






Cosa vedere a Massa, dal castello Malaspina sopra la città , il duomo in centro, accanto a Piazza Aranci. Nei dintorni, Resceto, Forno, Antona...

Trova l’alloggio più comodo per il tuo soggiorno a Massa, tra agriturismi, b&b, affittacamere, hotel... e scegli dove degustare le specialità gastronomiche tipiche della zona.

La storia della città , con la dominazione dei Cybo-Malaspina che governò per un lungo periodo fino alL’epoca napoleonica.