LE GROTTE DI EQUI TERME

L’entrata delle Grotte
L’entrata delle Grotte

Informazioni e prenotazioni: 338 5814482

Equi Terme si trova nel comune di Fivizzano, alle pendici del Pizzo d’Uccello. Oltre alle terme, nel borgo è presente il Complesso Carsico e Paleontologico delle Grotte di Equi Terme, costituito dalle Grotte, dalla Tecchia archeologica, dai percorsi geo-naturalistici e dalle strutture didattiche e museali, l’ApuanGeoLab e il Solco di Equi. Insieme all’Antro del Corchia e alla Grotta del Vento rappresenta uno dei soli tre complessi carsici aperti al pubblico del Parco delle Alpi Apuane.
Il Museo delle Grotte
È allestito in un mulino del XV secolo, dove sono presenti dei pannelli espositivi che documentano gli aspetti del paleoambiente e dell’ambiente attuale delle Alpi Apuane e della valle del Lucido: morfologia del territorio, fenomeno carsico, caratteri delle quattro diverse acque delle terme, solforosa, salata, nera, dolce, la flora, la fauna. Inoltre illustra le ricerche naturalistiche ed archeologiche dal XVIII secolo ad oggi.
Al piano terra è documentata la presenza umana e gli insediamenti paleolitici e dell’età del rame, quando la Tecchia venne utilizzata dall’Uomo di Neanderthal e da altri animali, soprattutto l’orso speleo.
I Geo-percorsi esterni
All’esterno delle grotte, oltre all’area paleontologica e archeologica della Tecchia preistorica, si snodano percorsi geo-naturalistici dove si possono ammirare emergenze botaniche e geologiche come le sorgenti carsiche della Buca e della Barrila e marmitte dei giganti, particolari formazioni dell’era glaciale create dall’erosione dell’acqua abbinata a quella meccanica delle rocce.
La Buca di Equi e Le Grotte
L’attrazione principale del Parco culturale è la Buca di Equi e Le Grotte, studiate sin dal XVIII secolo dal naturalista Vallisneri. Si tratta di una grande cavità fossile accessibile da una bocca aperta nella parete strapiombante. Dalla Buca parte un tratto attrezzato che conduce, alle Grotte, ricca di stalattiti e stalagmiti. Si ritorna all’ingresso passando accanto ad un laghetto sotterraneo.
La Tecchia di Equi
All’interno del Complesso delle Grotte, si apre la Tecchia di Equi, sito archeologico e paleontologico di rinomanza internazionale che si addentra nel fianco della montagna per circa 30 metri: una cavità dove si ritiravano per il letargo gli orsi in epoca neanderthaliana e dove sono stati ritrovati reperti preistorici e di fauna dell’epoca glaciale, soprattutto l’orso, ma anche il lupo, la volpe, la marmotta, il leone, la lince, l’ermellino e l’aquila reale. Il rinvenimento di utensili in pietra testimonia il passaggio dell’uomo paleolitico e dell’età del rame.
La lunga vita della Tecchia, finalmente fruibile al pubblico, è raccontata nella nuova mostra archeologica permanente allestita direttamente nel sito oggetto di scavi.
Il Solco di Equi e l’Archeoparco
È un canyon naturale lungo il torrente Lucido, in cui si aprono la Tana della Volpe, dove l’uomo paleolitico seppelliva i propri morti e praticava i propri culti, la Grotta delle Felci e il Buco del Diavolo. L’archeoparco è formato dalla ricostruzione dell’ambiente paleolitico e neolitico dove si svolge un’attività archeologica sperimentale.

Informazioni, prenotazioni, come arrivare

Per approfondire:
Il Parco Regionale delle Alpi Apuane
I luoghi naturali e gli itinerari nel Parco delle Apuane
Equi Terme
Le terme di Equi

Torna indietro