LA PIEVE DI SANTO STEFANO PROTOMARTIRE

La chiesa di Santo Stefano Protomartire
La chiesa di Santo Stefano Protomartire

La pieve di Santo Stefano si presenta oggi con forme architettoniche barocche, ma la sua origine è molto antica. Fin dalla fine del secolo XII, era a capo di Ponzano, Albiano, Caprigliola, e delle cappelle di Bibola e Burcione. Pochissimi sono i reperti archeologici giunti fino a noi e la sua storia è quasi totalmente sconosciuta.
Nel XIV secolo, sotto la dominazione lucchese, la struttura della pieve fu riporata probabilmente alle primitive e severe forme, tipiche delle altre pievi della Lunigiana: una navata, un solo altare e il soffitto a volto.
Nel XVII secolo, l’antica pieve venne abbattuta e venne costruita l’attuale chiesa, su progetto del genovese Ferdinando D'Andrea. Lo stile segue il barocco genovese, con sei cappelle, il coro e la cupola in mezzo, pianta a forma di croce greca. Sopra l’ingresso principale si trova un bellissimo organo pensile.

Per approfondire:
Le chiese di Santo Stefano Magra

Torna indietro