IL FALÒ DI SAN NICOLÒ, VILLAFRANCA

Il fuoco di San Nicolò Fuoco di San Nicolò


Il rito precristiano del falò rivive a Villafranca in Lunigiana la sera del 5 dicembre, vigilia della festa di San Nicolò. Anticamente si svolgeva "in platea ante ecclesiam Sancti Nicolai de Villafranca" e questa suggestiva tradizione è sopravvissuta nei secoli nonostante molte vicissitudini, come carestie, pestilenze, guerre, la soppressione della parrocchia, lo spostamento della statua del Santo nella chiesa di San Giovanni e la demolizione della chiesa nel 1968.

Anticamente la comunità si raccoglieva intorno al fuoco, nella data vicina al soltizio d’inverno, quando il sole perdeva la sua forza, in una atto di religoso e pagano allo stesso tempo. Oggi la processione solenne per il centro storico, illuminata dalla luce fioca delle candele e corredata dalla sfilata di gruppi storici in costume porta fino al falò nel parco "Tra la Ca", accanto all’unica testimonianza rimaste della chiesa di San Nicolò, il campanile. Il falò continua con la veglia fino al mattino e sulla brace vengono cotte salsicce accompagnate da vino locale.

Falò di San Nicolò
5 Dicembre
Villafranca in Lunigiana
Informazioni: 0187 49881 (Comune di Villafranca in Lunigiana)

Per approfondire:
I falò della Lunigiana
L’inverno in Lunigiana: sci, presepi, falò e mercatini di Natale