LA NASCITA DI SAN TERENZO MONTI

San Terenzo Monti
San Terenzo Monti

Secondo la leggenda, San Terenzo Monti deve il suo nome al famoso santo venuto dalla Scozia. Fervente cristiano, Terenzo vendette tutti i suoi beni e partì per Roma per visitare le tombe di San Pietro e Paolo. Approdato al Portiolo di Lerici, oggi San Terenzo, (altri dicono Luni), fece molte opere buone aiutando i poveri. La gente e il clero lo volle vescovo della diocesi lunense. Terenzo accettò , ma prima volle sciogliere il voto di andare a Roma. Lungo la strada però , venne assassinato nei pressi del fiume Carrione, a Carrara, da alcuni dei suoi servi. Il corpo venne gettato in una fossa e con il tempo crebbe una rigogliosa pianta di corniolo e nella zona di notte apparivano fiamme. Così , il vescovo Gualtiero, suo successore, decise di far scavare ai piedi dell’albero, trovando così il corpo del santo.
Fu allora che molti vollero costruire una chiesa in suo onore, ma non tutti si trovarono d’accordo sulla località . Il corpo di San Terenzo venne allora caricato su un carro trainato da due buoi e si decise che dove si fossero fermati gli animali, sarebbe stata costruita la chiesa. Arrivati al torrente Bardine, i buoi caddero stecchiti e la chiesa venne eretta dove poi nacque il borgo di San Terenzo, che venne chiamato Monti per distinguerlo da San Terenzo a Lerici.

Per approfondire:
Storie e leggende di Fivizzano
Le leggende della Lunigiana