LA MORTE DEI DUE FRATELLI MALASPINA

La culla di Carlo Agostino
La culla di Carlo Agostino

Non una leggenda, ma la triste storia di due fratelli, Ippolito e Ferdinando Malaspina. Il primo, marchese del feudo, sposo di Cristina Pallavicini, già protagonista di una leggenda sui suoi amori, successe al padre nel dominio del feudo, ma il fratello fece sospettare che eglli stesso avesse avvelenato il padre per il potere. Nel 1671, Ippolito venne ucciso a archibugiate dagli scagnozzi del fratello Ferdinando, che voleva imposessarsi del feudo.
Ma come dice il famoso adagio, Ferdinando non gioì per molto tempo. Dirigendosi verso il castello per essere investito del feudo, venne ucciso allo stesso modo dai seguaci del defunto Ippolito. Il feudo si trovà quindi nelle mani e nel grembo di Cristina, in cinta del marito. Si narra che per evitare a tutti i costi il passaggio al marchesato di Pallerone, il figlio appena nato di una popolana venisse nascosto del castello, in caso di complicazioni del parto. Ma non ce ne fu bisogno. Il figlio di Cristina, Carlo Agostino, assicurò la discendenza al feudo di Fosdinovo. La sua importanza si riflette anche nella culla che lo accoglieva, in ferro con lucchetti, per evitare a qualsiasi malintezionato qualsiasi ideaa malsana.

Per approfondire:
Leggende e tradizioni di Fosdinovo