L’aBBAZIA DI SAN CAPRASIO

l’abbazia di San Caprasio e il Museo
L’abbazia di San Caprasio e il Museo

l’abbazia di San Caprasio è il monumento più antico di Aulla. Fu fondata il 27 maggio 884 da volere di Adalberto I, marchese di Toscana, all’interno di un castello posto a guardia dell’importante nodo viario tra Magra e Aulella.
Inizialmente intitolata a Santa Maria, venne definitivamente dedicata a San Caprasio nel 1077, come testimonia un diploma di Enrico IV. I monaci benedettini che la abitavano erano legati alla famiglia Malaspina e per la loro fedeltà furono al centro di scontri con i Vescovi di Luni. Nel XII e XII secolo l’abbazia raggiunse il periodo di massima influenza religiosa ed economica, quando assunse funzioni plebane su gran parte del territorio.
Verso il 1070 la costruzione originaria venne modificata in stile romanico, di cui resta oggi solo l’abside centrale ed acquisì l’impianto a tre navate che ancora conserva. Nel XIV secolo subì ulteriori rifacimenti e nel XVII secolo i Centurione, signori di Aulla, procedettero ad un importante restauro, con la collocazione dello stemma di Aulla e la sopraelevazione del campanile. I restauri operati dopo l’ultimo conflitto mondiale, che recò numerosi danni alle strutture, hanno restituito la chiesa a tre navate. Il complesso è sede del Museo di San Caprasio.

Visite: contattare parroco Don Giovanni Perini al numero 0187/42415 o 3286040275 o il Dottor Boggi Riccardo, coordinatore e responsabile degli scavi al numero 0187420415.

Per approfondire:
Le fotografie dell’abbazia e del museo di San Caprasio
Il Museo di San Caprasio
Le chiese di Aulla

Leggi il racconto della nostra visita al museo di San Caprasio

Torna indietro