PANICALE

Il borgo di Panicale

Panicale

Aggiornato: 14 maggio 2021
Tempo di lettura: 2 minuti.

Indice delle informazioni su Panicale:

- Descrizione
- Come arrivare
- Fotografie
- Video
- Altri borghi di Licciana Nardi

IL BORGO
Panicale si trova nella valle del Taverone, lungo la strada a mezzacosta che da Bagnone porta a Licciana.
Panicale è di origine molto antica e le prime testimonianze storiche risalgono agli Oberteghi, la famiglia nobile dalla quale discesero poi i Malaspina. Compare per la prima volta nel 1077 in un atto di donazione dell’imperatore Arrigo IV a Ugo e Folco d'Este. Questi lo infeudarono ai Moregnano dell’Emilia e nel XII secolo passò ai Malaspina. Dapprima parte del feudo di Olivola, quindi di quello di Villafranca dal 1355, Panicale conobbe un breve dominio genovese prima del ritorno dei Malaspina e la formazione nel 1535 di un feudo indipendente con Licciana, seguendo quindi le sorti di quest'ultima. Nonostante la presenza di un palazzo marchionale, la scelta della sede del feudo cadde su Licciana.
Il palazzo era infatti abitato dalla locale famiglia dei Medici, famiglia di notai originari di Sarzana.

Il borgo si presenta ancora intatto nel suo impianto medievale, con la bella porta d’accesso a doppio arco romanico a tutto sesto che introduce alla piazza del palazzo marchionale preceduta dalla chiesa di San Biagio.
La facciata della residenza signorile, l'antico castello di Panicale, trasformato in palazzo residenziale tra il XV e XVI secolo, è caratterizzata da quattro ampie bifore tardogotiche al secondo piano, decorate con figure fitomorfe e due grandi finestre ad arco a sesto acuto. Sulla sinistra si trova il rudere di una torre quadrangolare.
Una volta all’interno dell’antico recinto murario, le viuzze lastricate si snodano tra case in pietra e bei portali in arenaria.

Appena fuori dal borgo si trova la chiesa di San Biagio, del XVI secolo, a una navata, con la facciata decorata da pinnacoli in pietra, portale in arenaria sormontato da una statua marmorea di San Biagio.

Nelle immediate vicinanze si alza invece il santuario di Nostra Signora di Loreto del XVII secolo, costruito a seguito del fallito attentato al podestà di Licciana Cesare Mariotti, intento a pregare davanti ad una maestà dedicata alla Vergine Lauretana qui posta. Rinnovato nel 1727 nelle forme attuali, oggi a tre navate con portico a tre campate, mentre la torre campanaria è del 1802.

Come arrivare a Panicale
Panicale di Licciana si trova a circa 2 km da Licciana Nardi. Per raggiungerlo è necessario percorrere la SP74 che si stacca dalla SS62 della Cisa presso Aulla. Una volta a Licciana, girare a sinistra per Panicale, facendo attenzione a seguire la rotondina.



Le fotografie di Panicale