I BORGHI DI LICCIANA NARDI



Il territorio di Licciana Nardi è vasto e numerose sono le emergenze artistiche da visitare. Proveniendo da Villafranca lungo la SS62 della Cisa, si incontra Terrarossa, l’antica Rubra bizantina, con il castello malaspiniano oggi sede di un ufficio di informazioni turistiche. Dopo il ponte sull’Aulella, subito a sinistra comincia la SS665 massese per il Lagastrello che in breve porta a Monti. Secondo la tradizione qui sorgeva l’antica città di Venelia, distrutta dai barbari, nome che rimane nella pieve di Santa Maria, che conserva della struttura originale solo una piccola abside. Salendo verso il borgo alto, svetta tra i castagni il castello di Monti, di epoca medievale e fortemente ristrutturato dopo il terremoto del 1920. Tornando verso il basso, lungo la strada, sulla destra il paesaggio si apre con la vista di Pontebosio e del suo castello quadrangolare, di incerte origini e oggi hotel di lusso, indicato dalla strada massese con una svolta a destra oltre il ponte sul Taverone.
Continuando verso Licciana, poco oltre il borgo, sulla sinistra, un cartello segnala Panicale, tipico borgo luniganese in arenaria con una residenza signorile medicea. Prendendo invece sulla destra e seguendo le indicazioni per Bastia, si sale per stretti tornanti per l’imponente castello di Bastia, con i suoi possenti torrioni. A tre km verso il fivizzanese sorge Cisigliana.
Ritornati sulla strada massese e proseguendo verso il passo del Lagastrello, sulla sinistra si indica Varano, con la chiesa di San Nicola e il campanile nella parte alta del borgo, resto dell’antica fortificazione. Risalendo la vallata il paesaggio si fa più montano, con boschi ai lati della strada fino ad incontrare Tavernelle, che come indica il suo nome era una zona di sosta e riposo per i mercanti che si dirigevano verso l’Emilia. È attraversato infatti da una via principale dove anticamente si affacciavano taverne e botteghe. Poco dopo sulla sinistra una strada porta a Taponecco, borgo in galleria, sede del ritrovamente di una statua stele e a Apella, paese di nascita del patriota Anacarsi Nardi, con la bella torre, oggi ristorante e agriturismo.

Bastia si trova lungo la strada provinciale 21 che da Licciana Nardi porta a Fivizzano, lungo una strada tortuosa e in salita. Il suo nome viene dal...



Monti di Licciana fu abitato già in epoca remota, come testimonia il ritrovamento di una statua stele di tipo B, risalente al primo millennio a.C. La...



Panicale è di origine molto antica e le prime testimonianze storiche risalgono agli Oberteghi, la famiglia nobile dalla quale discesero poi...



Tavernelle si trova lungo la strada che da Licciana Nardi porta al passo del Lagastrello, sul lato destro del torrente Taverone, ai piedi del...



Varano è un piccolo centro posto nell’alta valle del Taverone, un tempo importante per la sua ubicazione su una strada storica di notevoli...



Terrarossa, l’antica Rubra bizantina, si trova lungo la statale 62 della Cisa, tra Villafranca ed Aulla e tra il fiume Magra e il torrente Civiglia. L’antico...



Pontebosio deve il suo nome dal ponte fatto costruire dalla famiglia dei Bosi, signori della Verrucola di Fivizzano nell’XI-XII secolo, prima dell’ascesa dei...



Il borgo di Apella si trova sulle pendici dell’appennino, la frazione più settentrionale di Licciana Nardi insieme a Taponecco. Il borgo vide nascere l’eroe del Risorgimento...



Taponecco è un borgo in galleria posto alle pendici dell’appennino. È caratterizzato da gallerie, archi, volte e numerosi portali in pietra. Dell’antico castello rimane...



Per i più curiosi:
Il borgo di Cisigliana
Il borgo di Ripola
Il borgo di Baccana
Il borgo di Gabanasco