LA PIEVE DI SAN PIETRO DI OFFIANO

La pieve di San Pietro di Offiano
La pieve di San Pietro di Offiano

La pieve di Offiano si trova in una cornice suggestiva, in una pianura circondata dall’Appennino tosco-emiliano e dalle Alpi Apuane. Oggi la pieve ha perso la sua originale struttura romanica e si presenta come un’opera barocca, a causa della ristrutturazione subita verso la metà del XVIII secolo.
Situata lungo una variante della Via Francigena, verso il passo di Tea, la pieve fu probabilmente fondata verso l’XI e il XII secolo, anche se Offiano veniva già citato nel 1066 e la chiesa stessa in un atto del 1148. Nel XV secolo venne abbellita con un fonte battesimale, datato 1452, oggi conservato nel Museo del Territorio dell’Alta Valle Aulella a Casola, insieme ai capitelli salvati dall’ultima ristrutturazione. Sempre all’interno, un portale reca posto il simbolo dei Malaspina dello spino secco e si conserva una tela raffigurante l’Ultima Cena.
Sulla facciata con portale settecentesco in pietra, si trova murato il frammento di una figura di un pellegrino, simbolo della frequentazione della pieve al confine tra la Lunigiana e la Garfagnana.

La pieve è aperta solo durante le cerimonie religiose.

Per approfondire:
Le fotografie della pieve di Offiano

Torna indietro