GLI STRETTI DI NOCE

l’urlo del Gordana
L’urlo del Gordana

Chiamiamo stretti di Noce questa discesa lungo il Gordana per comodità . Il Gordana non corre qui tra pareti strette e ripide come negli stretti di Giaredo, però il letto del torrente è levigato e in alcuni punti le rocce ai lati si uniscono direttamente sul fondo.
La discesa è facile, anche se in alcuni punti la corrente può essere di media forza. Sono necessarie calzature adatte, la roccia bagnata è molto scivolosa.
Come arrivare:
Dal casello dell’autostrada di Pontremoli, girare a destra verso il centro, evitare però il ponte dell’annunziata e seguire la strada che passa il ponte sul Gordana ed arriva ad una rotonda. Prendere la SS36 per Zeri, un po’ accidentata, fino a Noce. Per scendere nel torrente bisogna parcheggiare appena prima di arrivare al paese prima del ponticello sul Gordana, subito dopo una curva dove sulla sinistra scende un sentierino seminascosto tra il guard-rail. Scendere fino ad arrivare ad uno spiazzo dove si trova un campo di patate chiuso da un cancello. Si passa all’estremità del campo e si continua a scendere per pochi minuti con alla sinistra abitazioni isolate abbandonate e una piccola fonte naturale. Arrivati al greto del fiume, continuiamo a sinistra dove comincia la discesa.

Per approfondire:
Il torrente Gordana
Le escursioni naturalistiche della Lunigiana

Leggi il racconto della nostra escursione nel Gordana in località Noce di Zeri.