IL CASTELLO DI BIGLIOLO

I ruderi del castello di Bigliolo
Castello di Bigliolo

Il castello di Bigliolo fu una delle fortificazioni che tutelarono la gran corte Vescovile della Lunigiana avente a capo Soliera. Bigliolo fu proprietà dei Marchesi di Filattiera con Bernabò Malaspina. Nel 1275, questi lo lasciò al figlio Francesco, capostipite della linea di Olivola. Nel 1412, dopo l’eccidio dell’ Apella, in cui il Capitano Rossi di Varano uccise i due Marchesi di Olivola, s'estinse la dinastia di Francesco Malaspina e Bigliolo si affidò ai Marchesi Leonardo e Galeotto del Castello dell’aquila a Gragnola. Nel 1418, Bigliolo passò insieme ai castelli del feudo dell’aquila, sotto il dominio di Firenze, quale pena inflitta ai feudatari del Castello dell’aquila per la strage dei Marchesi della Verrucola di Fivizzano. Nel 1428, Bigliolo tornò sotto il dominio dei Marchesi di Gragnola, fino al 1466, quando alla morte del Marchese Galeotto, senza figli maschi, si estinse il ramo dei Marchesi dell’aquila. Nel 1467 passò al marchese Malaspina Gabriele di Fosdinovo, fino al 1510, quando alla sua morte il figlio Lazzaro I, diede inizio alla seconda dinastia dei Marchesi di Olivola. Nel 1523, Giovanni de' Medici detto dalle Bande Nere, acquistò il feudo di Aulla, senza la conferma dell’imperatore, e cercò di formare un feudo in Lunigiana, assalendo vari castelli. Bigliolo fu tra quelli che resistettero al Medici e dove le Bande Nere commisero stragi.
Da quel momento si evidenziò la decadenza del castello di Bigliolo. Nel 1568, i figli di Lazzaro I divisero il marchesato in due parti, una comprendente Pallerone con Canova assegnata a Spinetta e a Carlo e l’altra comprendente Olivola con Bigliolo assegnata a Camillo e a Troilo. I due Marchesi padroni si alternavano annualmente al governo dei rispettivi feudi, ma nel 1572 Camillo, Carlo e Troilo, scapoli, cedettero le loro parti a Spinetta, l’unico ad essersi ammogliato.
Oggi di questo storico castello, restano i ruderi, immersi nella vegetazione, di tutto il tratto nord della fortificazione con una torre cilindrica e la torre est.

Per approfondire:
Il borgo di Bigliolo
La chiesa di San Donato