LA CATTEDRALE DEI SS. PIETRO E FRANCESCO

Il duomo di Massa Duomo di Massa

Il duomo di Massa sorge su un ampia scalinata vicino a Piazza Aranci. Molto probabilmente è il risultato dell’ampliamento della chiesa e convento di San Francesco, costruito alla fine del XIV secolo. Infatti, una lapide conservata nella Cappella delle Stimmate reca l’iscrizione della consacrazione del tempio nel 1389. All’inizio del 1500, l’edificio religioso venne ampliato e restaurato. Più avanti venne costruita la cappella delle stimmate e, quindi, dal 1616, la costruzione assunse le attuali dimensioni. Con la distruzione nel 1807, della chiesa di San Pietro in Bagnara, la cattedrale venne dedicata a San Pietro Apostolo e a San Francesco di Assisi. La facciata di marmo venne inaugurata nel 1936.
L’interno è a un’unica navata, interrotta da una crociera, con otto altari oltre quello maggiore dell’abside. Da ammirare un fonte battesimale ottogonale del Riccomanni, risalente al XV secolo, la tela di "San giovanni Evangelista" e "San Pietro" e la scultura settecentesca dello scultore carrarese Grossi, raffigurante san Michele Arcangelo. Il duomo ospita anche il sepolcreto Cybo-Malaspina, una cappella sotterranea con le urne funerarie dei principi e duchi di Massa e la cappella del SS. Sacramento, terminata nel 1694, che conserva un frammento di affresco del Pinturicchio.

Per approfondire
Le chiese di Massa