FONTIA

Fontia
Fontia

Il borgo di Fontia si trova al confine con la Liguria, con i comuni di Sarzana e Ortonovo. La sua posizione con queste terre, dominio della Repubblica di Genova, impedirono il pieno sviluppo del borgo, che solo nel XVI secolo cominciò a risvegliarsi, dopo la pace tra i Cybo Malaspina e i Genovesi.
Il borgo è caratterizzato da stradine strette, spesso in galleria. Le vie sono tappezzate da opere marmoree e maestà votive. In via San Nicolò si trova un bel Crocifisso con le tre Marie piangenti, e poco oltre un rilievo del 1639 raffigurante San Antonio. La chiesa di San Niccolò presenta un bell’interno, arricchito da elementi marmorei del XVII secolo e di un pregevole fonte battesimale del XVI.
Da Fontia si raggiunge dalla strada provinciale all’inizio del paese, con una breve e ripida caminata il terrazzo di Santa Lucia, da dove si possono ammirare da un lato le Alpi Apuane e dall’altro la piana di Luni, Avenza, e la foce del fiume Magra. l’omonima chiesa eretta nello spiazzo conserva dietro l’altare un’immagine marmorea di Santa Lucia, e sulla sinistra un dipinto di Arturo Dazzi raffigurante l’angelo della Pace.

Per approfondire:
I borghi di Carrara

Torna indietro