IL CASTELLO DI LERICI

Il castello di Lerici
Il castello di Lerici

Il castello di Lerici ha una pianta irregolare di forma poligonale ed è circondato da possenti mura che seguono la forma dello sperone dove è costruito, dominato dalla massiccia torre pentagonale. La collina su cui sorge venne acquistata da Genova nel 1152, provocando la reazione di Pisa che conquistò il borgo marinaro.
Il castello è infatti il risultato di diverse fasi costruttive, che coincisero con le diverse dominazioni di Lerici. In epoca pisana, nella prima metà del XIII secolo, alla torre preesistente vennero aggiunti il corpo rettangolare e la cappella di Santa Anastasia. Con la riconquista genovese del 1256, venne rafforzata la torre, erette le mura che cingono il lato nord-ovest del cortile e venne completata la cappella castrense. Nel 1555, vennero costruite le possenti mura a strapiomobo sul mare, dando l’imponente aspetto attuale.
Il castello ospita oggi il Museo Geopaleontologico e conserva la cappella di Santa Anastasia, una piccola chiesa gotico-ligure con un’epigrafe che ricorda la riconquista di Lerici da parte di Genova.

Per approfondire
I castelli di Lerici
Il Museo Geopaleontologico

Torna indietro