ISOLA DI FELETTINO

Panorama lunigianese
Panorama lunigianese

Isola di Felettino viene menzionata in diversi documenti dal 950 al XIII secolo. Il toponimo Felettino potrebbe derivare dal nome della felce, oppure dai soldati che in epoca bizantina si trovavano qui distaccati, da filè : compagnia. Un primo importante edificio religioso risale a prima del Mille, dedicato a San Vittore e San Michele, posto all’interno del castello di Isola, oggi scomparso. A Isola nel 1173, sorse un’ospedale per pellegrini dedicato a San Giacomo Apostolo.
Il borgo mantiene ancora caratteri medievali, con strade lastricate, archivolti e gallerie, oltre all’oratorio di San Bernardo, nonostante la sua struttura odierna risalga al XVIII secolo.
La parrocchia attuale è intitolata a Sant’Anna, già venerata dal XVI secolo. La chiesa è di stampo moderno, semplice nelle sue linee, inaugurata nel 1986, ad una sola navata, con arredi e sculture opera dello spezzino Rino Mordaci. All’interno si trova la statua di Sant’Anna di autore ignoto, proveniente dall’oratorio di San Bernardo. A Isola si trova la chiesa di San Giacomo Apostolo, sulle colline davanti alla Spezia, da dove si gode uno splendido panorama. Del XVIII secolo, conserva all’interno importanti dipinti coevi, un pregiato altare e le spoglie di San Giustino.

Per approfondire
I borghi della Spezia