I BORGHI DI TRESANA


Una visita alle frazioni che compongono il comune di Tresana comincia nei pressi del fiume Magra, appena oltre il ponte che lo supera arrivando dalla SS62 della Cisa. Qui abbiamo due opzioni: girare a sinsitra verso la valle del Penolo, lungo la SP23 e poi SP20 per raggiungere le località di Riccò e Novegigola ed eventualmente proseguire poi per Giovagallo; continuare per Barbarasco lungo la SP23 e visitare le altre località. Da qui infatti si può salire verso Corneda, Bottria, Careggia e Serrapiana o proseguendo lungo la SP24 arrivare a Giovagallo passando da Fontanedo, Groppo e Bola (strada più breve dell’altra); andare verso Tresana, Villa e Villecchia, Camporella, Pera e Ortigaro (raggiungibili anche da Giovagallo), nella valle del torrente Osca; visitare Catizzola, Lorenzana e Popetto verso il comune di Mulazzo, questi ultimi due raggiungibili anche da Tresana.
Cominciando dalla valle del Penolo, le località principali sono Riccò e Novegigola. Entrambe indicano un territorio, non un centro preciso. Prima di arrivare alla chiesa di Riccò si incontrano infatti Nave, Tassonarla, Cercò , Canala, Camposopra, Meredo; Novegigola è invece caratterizzata dalla bella chiesa di San Lorenzo Martire, posta alla fine di un viale alberato e dagli abitati di Bocceda e Debirotti.
L’abitato più popoloso è Barbarasco, sede comunale, favorito dalla sua posizione di fondovalle, dove spicca la chiesa barocca dei Santi Quirico e Giulitta. Vicinissima a Barbarasco è Corneda, borgo che prosegue parallello alla strada che sale a Bottria, con bei portali in arenaria e il piccolo oratorio di San Francesco. Salendo si toccano Careggia e Serrapiana da una parte, completamente immerse del verde, e poi si entra nei possedimenti nell’antico feudo di Giovagallo, con Fontanedo, Groppo, Bola, dove si trova la chiesa di San Brizio e infine a nord con Parana di Mulazzo, a sud con Giovagallo, centro della vallata dell’Osca e nucleo storico più importante. Conserva i ruderi del castello, nascosti dalla vegetazione e l’antica chiesa di San Michele Arcangelo, in rovina. Comprende anche le località di Pietrasalta, Agneda, Vigonzola e Tavella.
Se invece saliamo da Barbarasco verso Tresana, si raggiunge poi Villa, al confine con la Liguria, sulla sinistra del torrente Osca, vicino a Pera, Camporella, Ortigaro e Villecchia. Qua si trova la splendida villa di Tresana, fortificazione trecentesca, con le possenti torri cilindriche angolari.
Verso Mulazzo infine, troviamo Popetto e Lorenzana, immerse nel verde, con le loro case in pietra solcate da strette vie abbellite da portali in arenaria.

Villa è una frazione del comune di Tresana, che confina ad occidente con Calice al Cornoviglio in val di Vara, a nord con Parana di Mulazzo, a sud con Giovagallo e Careggia, a est con...



Alcuni villaggi che compongono Giovagallo sorsero probabilmente intorno all’anno Mille. Nel 1202, in quello che è conosciuto come il lodo di Truffa e Ubaldo, una delle...



Villecchia si trova nell’alta valle del torrente Osca, posta su una collina soleggiata da dove si domina tutta la vallata con Villa di Tresana appena sotto e Pera...



Popetto si trova lungo la strada che da Tresana porta nel comune di Mulazzo, poco oltre Lorenzana. Il piccolo borgo è posto nel verde dell’appennino ligure ed è formato....



Le origini del paese di Riccò sono antiche e risalgono circa all’anno 880. É probabile che il nome Riccò abbia origine e prenda significato da "Caput Rivi", dall’ubicazione...



È il capoluogo del comune di Tresana e dal 1818 è sede comunale. La prima menzione scritta di Barbarasco risale al 1126, facendo riferimento alla zona pianeggiante...



Deve il suo nome alla collina morenica che sovrasta il piano di Barbarasco, di cui sembra il prolungamento e che era detta "Il Cornale"....



Per i più curiosi:
Novegigola
Bola
Catizzola
Lorenzana
Pera
Careggia
Tassonarla